PROGETTARE GREEN: LGH TRA LE BEST PRACTICE IN AMBITO EUSALP

17 Gennaio 2019

 

Nell’ambito della presidenza italiana 2019 di EUSALP (EU Strategy for the Alpine region) – il progetto strategico dell’Unione Europea per la macroregione alpina che comprende 48 regioni appartenenti a 7 nazioni europee quali Austria, Francia, Germania, Italia, Lichtenstein, Slovenia e Svizzera – ha suscitato particolare interesse la competenza di LGH negli ambiti green e della sostenibilità.
Inserita nel portale ufficiale della Presidenza come best practice, LGH è coinvolta, tra le tante iniziative di sviluppo green, nel progetto Polo Verde di Cremona. L’Amministratore Delegato di LGH Massimiliano Masi, in un video pubblicato in questi giorni sul portale della presidenza italiana di Eusalp 2019 (qui il link) sottolinea come “in tema di green economy sia importante misurare l’efficacia delle soluzioni energetiche adottate negli edifici”. E proprio l’iniziativa cremonese, il nuovo lotto del Polo tecnologico, viene citato da Masi come “esempio di intervento su cui verranno applicate tecnologie e criteri capaci di portare a emissioni quasi zero l’impatto ambientale del manufatto”. Riscaldamento/raffrescamento, isolamento termico, impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica in autoconsumo, portano infatti le caratteristiche del Polo Verde in classe NZEB (Nearly Zero Energy Building), ovvero ad altissima prestazione energetica.
La Macroregione alpina, ufficialmente EUSALP, è un accordo siglato nel 2013 da paesi dell’unione Europea (Italia, Francia, Germania, Austria, Slovenia) e da due stati extra europei Svizzera e Liechtenstein; ne fanno parte le 48 regioni e province autonome che si trovano attorno alla catena alpina. Le regioni italiane sono la Lombardia, la Liguria, il Piemonte, la Valle d’Aosta, il Veneto, Il Friuli Venezia Giulia e le province autonome di Trento e Bolzano. Dopo le presidenze della Slovenia, della Baviera per la Germania e del Tirolo per l’Austria, nel 2019 per l’Italia tocca alla Lombardia la presidenza della strategia macroregionale europea.
Tema guida per l’anno di presidenza italiano sarà la competitività del sistema macroregionale (link di approfondimento), considerato principalmente secondo la chiave di lettura della Green Economy, abbinata allo sviluppo delle tecnologie innovative, e alla valorizzazione delle risorse e del patrimonio della macroregione alpina. In questo contesto si collocano, come best practice, la competenza e il saper fare di LGH.