IL PROGETTO MINERVA (LGH-BOSCH-LUXOFT) PROTAGONISTA ALL’EVENTO SCIENCE FOR PEACE

Il progetto Minerva, l’innovativa applicazione in corso di sperimentazione a Cremona, Crema e nel Cremasco e che vede i mezzi della raccolta dell’igiene urbana come vere e proprie sentinelle digitali grazie all’utilizzo di tecnologie legate al mondo dell’IoT (internet of things) e dell’intelligenza artificiale, sarà una delle esperienze della giornata dedicata mercoledì 11 novembre a “Risorse e Sostenibilità” di Science for Peace, l’annuale Conferenza promossa da Fondazione Veronesi e Università Bocconi.

Oltre a offrire un focus sull’emergenza sanitaria legata al Covid-19, la Conferenza dedica sei giorni in streaming, dal 9 al 14 novembre, alle più recenti scoperte scientifiche e alle loro applicazioni, quali il Gene Editing e l’Intelligenza Artificiale. Nell’ambito di un Focus sulle città, verranno nella giornata dell’11 novembre messe in luce le nuove opportunità offerte dall’intelligenza artificiale per la gestione dei rifiuti, per contrastare il cambiamento climatico, per gestire le città in maniera sempre più “smart and green”, per il trasporto pubblico, per la gestione ottimale delle risorse energetiche e per la qualità della vita dei cittadini del futuro. (Qui https://science.fondazioneveronesi.it/risorse-e-sostenibilita/ il programma dell’11 novembre). Proprio in questa cornice, verrà presentato domani, attraverso un filmato realizzato negli scorsi giorni, il progetto Minerva.

Il progetto Minerva
Nato all’inizio del 2020, si pone come obiettivo quello di sviluppare servizi innovativi a supporto delle strategie di resilienza delle comunità e del territorio. L’idea è quella di utilizzare i mezzi della raccolta dell’igiene urbana come vere e proprie sentinelle digitali grazie all’utilizzo di tecnologie legate al mondo dell’IoT (internet of things) e dell’intelligenza artificiale, al fine di monitorare in maniera preventiva gli assets delle città (strade, tombini, caditoie, aiuole, i livelli di inquinanti presenti in atmosfera con sensoristica a bordo mezzo a supporto della sensoristica fissa degli enti territoriali, incrementare i livelli di raccolta differenziata introducendo nuovi modelli nell’ambito dell’economia circolare, riducendo infine i comportamenti scorretti “osservando” la presenza dei rifiuti a bordo strada.

Guarda il video

I commenti dei protagonisti
Il progetto Minerva, che vede la collaborazione tra LGH, Bosch e Luxoft, oltre che dei Comuni di Cremona, di Crema e del Cremasco e del Consorzio.it, è reso possibile grazie al supporto dei mezzi e delle persone di Linea Gestioni, la società di LGH attiva nell’igiene urbana. “E’ davvero con particolare convinzione – sottolinea la presidente di Linea Gestioni, Cristina Carminati – che Linea Gestioni supporta le attività di ricerca ed implementazione operativa legate al progetto Minerva, un’iniziativa che prosegue l’impegno nei nostri servizi nelle comunità locali, in questo caso ampliando le possibilità di gestione del territorio, a favore degli enti locali e delle persone che vivono e operano nei nostri luoghi”.
“Può apparire un paradosso – evidenzia Claudio Sanna, AD di LGH – che temi legati all’intelligenza artificiale siano accostati ad attività un tempo considerate a basso impatto tecnologico come l’igiene urbana. Non è più così, ed il progetto Minerva lo dimostra”. “Grazie a partner tecnologici qualificati come Bosch e Luxoft e ad interlocutori autorevoli sul territorio come i Comuni coinvolti e Consorzio.it – sottolinea infine il Presidente di LGH Giorgio Bontempi - portiamo nelle nostre città evoluzione tecnologica e opportunità di sviluppo a favore delle comunità”.

“Grazie al progetto Minerva, abbiamo avviato insieme a LGH un piano digitale per le città di Crema e Cremona. Nello specifico, Bosch fornisce la tecnologia IoT necessaria per sviluppare servizi innovativi per la comunità e il territorio” spiega Thomas Herrmann, Chief Sales Officer di Bosch.IO, la consociata del Gruppo Bosch dedicata allo sviluppo di progetti e soluzioni IoT.

Soddisfazione è espressa da Mauro Grimoldi, Global Head Energy Industry di Luxoft: “Le nuove tecnologie abilitanti la trasformazione digitale, come l’Artificial Intelligence (AI) e il Machine Learning (ML) applicate alla Video Analytics, stanno aprendo nuovi orizzonti in molteplici campi. La tecnologia, applicata nel rispetto della privacy dei cittadini, può infatti garantire maggiori automatismi e migliore qualità dei servizi offerti, dalla sicurezza alla sostenibilità, dall’efficienza energetica alla gestione ambientale. Siamo lieti di poter collaborare con LGH e Bosch per un futuro più sostenibile, efficiente ed innovativo nel territorio di Cremona e Crema.”

Come assistere alla presentazione del progetto Minerva
Trasmessa in streaming su https://science.fondazioneveronesi.it/ e sui canali social della Fondazione dal 9 al 13 novembre dalle 18 alle 19:30 e il 14 novembre dalle 10:30 alle 12, la Conferenza vede un ricco palinsesto che indaga gli ambiti su cui influiscono Intelligenza Artificiale e Gene editing. In particolare, la giornata di mercoledì 11 novembre sarà dedicata a Risorse e Sostenibilità ed in essa, intorno alle ore 19, si inserisce la presentazione del progetto Minerva.

 


CREMA GREEN: INAUGURATA LA NUOVA RETE DI RICARICA PER VEICOLI ELETTRICI

Il territorio cremasco è sempre più green grazie alle nuove colonnine di ricarica per veicoli elettrici. È stata inaugurata infatti stamane la nuova rete cittadina dedicata alla e-mobility frutto del protocollo d’intesa tra il Comune di Crema, A2A Energy Solutions – società del Gruppo A2A che offre soluzioni e tecnologie di mobilità elettrica, efficienza energetica e gestione calore – ed LGH.

Complessivamente si tratta di 5 infrastrutture di ricarica. La prima – di tipologia Fast Charge - è posizionata in via Libero Comune ed è stata inaugurata stamattina. Altre quattro Quick Charge sono invece posizionate in Piazza Guglielmo Marconi, Via Bambini del Mondo, Via De Gasperi e Piazzale Rimembranze. L’individuazione delle posizioni è frutto della conoscenza del tessuto urbano del comune e della consolidata esperienza di A2A Energy Solutions in temi di mobilità. Le colonnine sono da oggi tutte attive e a disposizione degli utenti.

Le infrastrutture, tutte di nuova generazione, permettono la ricarica in contemporanea di 2 veicoli elettrici e sono accessibili tramite un sistema improntato alla semplicità di utilizzo che garantisce un facile accesso al servizio e un supporto continuo agli utilizzatori, con gestione da remoto di ogni stazione di ricarica. L’integrazione nel circuito E-moving, inoltre, consente agli utenti finali l’accesso con una sola tessera a tutte le infrastrutture della rete.

Anche queste infrastrutture, come tutte quelle del circuito E-moving, sono alimentate con energia verde 100% rinnovabile, certificata dal marchio ‘100% GREEN A2A’.

Grazie alla nuova rete cittadina, Crema entra a parte del circuito E-moving sviluppato da A2A e già presente anche nelle città di Milano, Brescia, Bergamo, Cremona, Rovato, Concesio e in Valtellina.

Per il Gruppo A2A è un ulteriore passo in avanti per il raggiungimento degli obiettivi del proprio Piano di Sostenibilità, con il fine di aiutare le comunità in cui opera ad essere protagoniste di una nuova economia circolare, low carbon, basata su reti e servizi smart.

 

***

Dal 2010, con il progetto E-moving, A2A ha sviluppato una rete di oltre 660 punti di ricarica pubblici per la ricarica di veicoli elettrici a 2, 3 e 4 ruote. Lo sviluppo della rete, attraverso l’implementazione di stazioni di ricarica che adottano tecnologie innovative, è reso possibile anche grazie all’esperienza e alle sperimentazioni in corso a Milano in via Ponte Nuovo e in Viale Giovanni Da Cermenate, a Brescia e a Salò, dove A2A ha realizzato quattro E-Hub per la ricarica dei veicoli elettrici della propria flotta: una scelta green per contribuire alla crescita di una mobilità più smart, più innovativa e più sostenibile. L’esperienza di A2A ha permesso, inoltre, l’implementazione di modelli di business e offerte al servizio delle Pubbliche Amministrazioni, dei cittadini, delle flotte aziendali e dei car-sharing.

Per saperne di più


BIOGAS, LGH ACQUISISCE AGRIPOWER

Linea Group Holding si è aggiudicata all’asta Agripower S.r.l., realtà industriale specializzata nello sviluppo e gestione di impianti di generazione elettrica da biogas con sede a Zola Predosa (BO).Leggere di più


'NOTTE DI LUCE': IN ONDA SU RAI1 SABATO 29 AGOSTO

Sabato sera in seconda serata su RAI1 andrà in onda Notte di luce, un progetto promosso da Linea Group Holding insieme al Comune di Cremona ed in collaborazione con numerosi partner. Un viaggio attraverso la magia del suono per simboleggiare la rinascita della luce dopo le ombre causate dall’epidemia di Covid-19, un lungo periodo di sofferenza vissuto dai cremonesi con dignità e compostezza. E allo stesso tempo, un segno di speranza, per una ripartenza per la città, per il territorio, per il Paese.
Questo il principio che ha ispirato il progetto “Cremona Notte di luce”, il cui frutto – la trasmissione televisiva registrata lo scorso giugno in città – vedrà la messa in onda domani, sabato 29 agosto, su RAI1 in seconda serata, intorno alla mezzanotte.
La musica del M° Federico Longo, che con il brano “Notte di luce” composto per l’occasione aprirà la trasmissione, e poi – con la conduzione della giornalista RAI Monica Giandotti – le testimonianze dello scrittore Premio Strega 2018 Antonio Scurati, dello storico dell’arte Flavio Caroli e di quello della musica Sandro Cappelletto, con un commosso ricordo di Ezio Bosso, sino alla filosofa Maura Gancitano. A portare infine testimonianza dei drammatici mesi vissuti dalla comunità cremonese, Angelo Pan, direttore del Reparto Infettivologia dell’Ospedale di Cremona. Il tutto punteggiato da straordinarie immagini della città e dalla musica: in piazza l’Orchestra Filarmonica Italiana diretta dal M° Longo con i solisti Clarissa Bevilacqua – violino – Alessandro Carbonare – clarinetto – e Carlo Guaitoli – pianoforte; dal Museo del Violino straordinarie performances soliste ancora di Clarissa Bevilacqua e di Roberto Prosseda al pianoforte.
La direzione artistica e la regia sono affidate infine al regista e produttore Angelo Bozzolini, per un prodotto tv di grande potenza visiva e altissimi contenuti culturali ed emozionali.

Guarda il promo

Vai al sito "Notte di luce"


'NOTTE DI LUCE', MUSICA E PAROLE PER LA RINASCITA

Un viaggio attraverso la magia del suono per simboleggiare la rinascita della luce dopo le ombre causate dall’epidemia di Covid-19, un lungo periodo di sofferenza vissuto dai cremonesi con dignità e compostezza. E allo stesso tempo, un segno di speranza, per una ripartenza per la città di Cremona, per il territorio, per il Paese.
Questo il principio che ha ispirato “Cremona Notte di luce”, un progetto promosso da LGH insieme al Comune ed in collaborazione con numerosi partner, presentato oggi presso gli spazi del Cortile Federico II di Palazzo Comunale a Cremona.

 

L’evento televisivo
Un evento televisivo, realizzato grazie all’impegno corale di tante realtà cremonesi e non solo, pubbliche e private, e che vedrà nelle serate di venerdì 19 e sabato 20 giugno succedersi sulla Piazza del Comune, con la straordinaria scenografia dai monumenti cremonesi, la grande musica – sia della tradizione che contemporanea – e le parole di filosofi, scrittori, storici. Prodotto interamente a Cremona, il format tv verrà trasmesso nel mese di luglio sul canale RAI5.

Il Sindaco di Cremona Gianluca Galimberti spiega così il senso del progetto: “Il Covid19 ha lasciato un segno pesante nelle nostre vite e nella comunità cremonese. Da tanto dolore vogliamo costruire oggi un tempo di speranza. Per questa ragione abbiamo unito le volontà di ripartire e, grazie ad uno sforzo corale di tanti attori pubblici e privati, abbiamo dato vita all’evento “Cremona, notte di luce”. Sarà un viaggio attraverso la magia del suono per simboleggiare la rinascita della luce dopo le ombre della sofferenza. Un modo per darci e dare coraggio, partendo dalle nostre migliori vocazioni, interpretate oggi e innovate: la liuteria, la musica e l’arte, quel nostro saper fare, per cui siamo patrimonio immateriale dell’Unesco e che, nell’unione così intensa tra testa, cuore e mani, genera la bellezza straordinaria di strumenti preziosi e unici al mondo, ma crea anche buon cibo da buona terra nelle filiere dell’agroalimentare”.

La registrazione televisiva si svolgerà nell’arco di due serate. Condotte dalla giornalista RAI Monica Giandotti, la prima serata avrà come protagonista indiscussa la musica.
L’Orchestra Filarmonica Italiana, ensemble di 18 elementi, integrati dai solisti Clarissa Bevilacqua – violino – Alessandro Carbonare – clarinetto – e Carlo Guaitoli – pianoforte, e con la partecipazione di Roberto Prosseda al pianoforte, sarà infatti diretta dal M° Federico Longo, compositore e direttore d’orchestra, che la guiderà davanti al Duomo cittadino per un programma musicale di grande sensibilità che spazierà da Paganini, Mozart, Beethoven a composizioni dello stesso Longo, una delle quali, Notte di luce, scritta per l’occasione.

Scrivere musica – sottolinea il M° Longo – far vibrare suoni creando una mappa fissata dalle note, ci pone su un piano di comunicazione diverso da quello convenzionale e ci offre la possibilità di riferirci ad un campo espressivo-comunicativo arcaico, che concepisce il suono come qualcosa che precede qualsiasi parola determinata e qualunque concetto logicamente fondato. Grazie all’Orchestra Filarmonica Italiana e ad alcuni straordinari solisti, saranno i suoni che abiteranno questa piazza a parlare per noi, in un percorso musicale e culturale che dall’ombra di questi mesi così drammatici ci porterà alla luce della speranza di una ripartenza concreta, spirituale e materiale.”
Per l’occasione, grazie alla collaborazione col Museo del Violino, la violinista Clarissa Bevilacqua suonerà Il Cremonese, un violino Stradivari del 1715, strumento di straordinaria potenza ed eleganza.

La seconda serata vedrà invece protagonista la parola. Saranno chiamati a confrontarsi su temi di grande rilevanza, andando alla ricerca dei segni più profondi che l’epidemia ha lasciato e allo stesso tempo interrogandosi sulle modalità della ripartenza, ospiti di assoluto prestigio: dallo scrittore Premio Strega 2018 Antonio Scurati, allo storico dell’arte Flavio Caroli a quello della musica Sandro Cappelletto, sino alla filosofa Maura Gancitano. A portare infine testimonianza dei drammatici mesi vissuti dalla comunità cremonese, Angelo Pan, primario del Reparto infettivologia di Cremona ed Elena Pagliarini, infermiera la cui fotografia che la ritraeva stremata a fine turno ha fatto il giro del mondo.

A cucire il programma, unendo con sapienza i diversi momenti, il regista e produttore Angelo Bozzolini, che così commenta questa iniziativa: “"Quando il Sindaco Gianluca Galimberti mi ha sottoposto il progetto Notte di luce, tre ragioni mi hanno appassionato e convinto: la prima riguarda le mie radici, da figlio di mantovani che sin da piccolo ha frequentato questa città meravigliosa. La seconda riguarda il rapporto con la cultura, le arti figurative e la musica, l'enogastronomia, la cultura di una cittadinanza attiva e mai doma, tutto quello che si respira qui mi ispira profondamente. Infine, un ricordo personale, con la perdita del maestro Ezio Bosso: siamo stati qui assieme, a fine settembre, a ritirare il premio che ottenne per la divulgazione della musica colta, eravamo in questa piazza per giorni a inventare nuove storie, a ridere e scherzare. Era molto sofferente, ma qui era catturato dalla magia di Mondo Musica. Sento che questa serata sarà anche un mio personale omaggio a un artista straordinario che mi ha portato dentro, attraverso momenti di grandi discussioni e grande amore, a un paradigma essenziale della vita, una magica alternanza di sentimenti che la rendono ricca, inimitabile."

Equilibrio tra tradizione e innovazione. Cremona riparte
LGH, la multiutility del Gruppo A2A che opera nel Sud Lombardia, insieme al Comune di Cremona e a tanti partner del territorio ha sin da subito sostenuto la realizzazione di questo evento che è forse un unicum nella storia recente cremonese. “Cremona – sottolinea Claudio Sanna, Amministratore Delegato di LGH - è una città che ha retto con sacrificio all’urto della sofferenza, e ora è vuole ripartire. Mi pare pertanto ci siano tutti gli elementi per un profondo orgoglio, che vorrei condividere anche con tutte le persone di LGH, che hanno fatto sì che anche nelle settimane più buie dell’epidemia non mancassero servizi fondamentali per la comunità. Anche a loro va il mio grazie”.
Queste giornate di ripartenze rappresentano infine anche l’occasione per presentare progetti che danno la cifra di come si possa guardare al futuro con serietà, speranza, desiderio di investire sulle comunità locali. “È così – conferma Sanna - in queste ora vogliamo cogliere l’occasione di un evento di così profondo respiro per la città per annunciare un importante progetto che sta in queste settimane prendendo il via. Il progetto MINERVA nato all’inizio del 2020 si pone come obiettivo quello di sviluppare servizi innovativi a supporto delle strategie di resilienza delle comunità e del territorio. L’idea, semplice nella sua intuizione ma assolutamente straordinaria nella realizzazione tecnologica, è quella di utilizzare i mezzi della raccolta dell’igiene urbana come vere e proprie sentinelle digitali grazie all’utilizzo di tecnologie legate al mondo dell’IoT (internet of things) e dell’intelligenza artificiale. Si potranno così monitorare in maniera preventiva gli assets delle città (strade, tombini, caditoie, aiuole, e altro ancora), i livelli di inquinanti presenti in atmosfera con sensoristica a bordo mezzo a supporto della sensoristica fissa degli enti territoriali, incrementare i livelli di raccolta differenziata introducendo nuovi modelli nell’ambito dell’economia circolare, vigilando sugli abbandoni dei rifiuti. Il tutto con il supporto di importanti player tecnologici quali Bosch.IO, Elis e LUXOFT. Oggi Cremona – conclude Sanna – rappresenta un punto di avanguardia nella tecnologia al servizio delle comunità locali”.

Segui "Notte di luce" su Facebook e Instagram

Visita il sito "Notte di luce"

***

IMPORTANTE

La cautela delle scorse settimane ha imposto di effettuare la registrazione della serata SENZA PUBBLICO DAL VIVO. Si chiede quindi di evitare assembramenti presso la zona delle riprese. Si potrà godere al meglio dello spettacolo alla messa in onda nelle prossime settimane. Per chi volesse seguire il dietro le quinte della serata è prevista una diretta sulla pagina Facebook Notte di Luce sabato 20 giugno a partire dalle ore 21.00.

 


APPROVATO IL PIANO INDUSTRIALE 2020-2024 DI LGH

Il Consiglio di Amministrazione di Linea Group Holding (Gruppo A2A) ha approvato il nuovo Piano Industriale 2020-2024. Al centro, economia circolare e bioenergy, efficienza energetica e aggregazioni sui territori.
Un piano industriale orientato allo sviluppo e alla crescita nel bioenergy, in una logica coerente di economia circolare e con un rilevante impegno sui dossier dell’efficienza energetica e un ruolo propositivo per l’aggregazione di utility del Sud Lombardia. Questi i principali elementi che caratterizzano il Piano Industriale di LGH (Gruppo A2A), la multiutility presente nelle province del Sud Lombardia.
Il Piano, che ha le basi nelle attività messe in campo sin dall’inizio della partnership industriale con A2A dell’agosto 2016 e nei risultati raggiunti nel primo quadriennio, crea ora le condizioni per uno sviluppo coerente con la nuova vocazione di LGH di vera e propria “utility green”.

 

Piano Industriale 2020-2024: i pilastri

Sono quattro i pilastri sui quali LGH intende sviluppare da oggi al 2024 le proprie azioni.
LGH ribadisce la propria vocazione di utility dei territori a cui affianca quella di “utility green”, ponendo al centro della propria crescita industriale e territoriale l’economia circolare.
Focus su economia circolare nei territori di LGH, con sviluppo di soluzioni green a sostegno dell’efficienza energetica e dell’economia circolare nei territori storicamente serviti, ad esempio nel settore agroalimentare, percorso già intrapreso nel corso del 2019 con l’acquisizione di due impianti che trattano uno la Forsu, l’altro le biomasse..
LGH coerente e sinergica con A2A, attraverso l’acquisizione e/o il consolidamento di impianti di piccola taglia del comparto green sui territori del Sud Lombardia.
Sviluppo di un nuovo modello di partnership con i soci rendendo sempre più LGH holding territoriale agile, al servizio del territorio e dei business in portafoglio.
Evoluzione del modello di presidio territoriale e del modello di aggregazione attraverso operazioni di aggregazione di utility/multiutility.

I principi che ispirano il nuovo Piano Industriale si declinano così in un forte impegno sul bioenergy, con un particolare focus sulle biomasse, il biofuel ed il minidro: ambiti di concreto sviluppo nel Sud Lombardia.

 

Investimenti per 172 mln € e obiettivi di crescita Ebitda

Dal punto di vista economico ed industriale, questi i principali driver:
• raggiungere nel 2024 un Ebitda pari a 63,8 mln €, con Ebitda cumulato 2020-2024 di 292,4 mln €;
• grande rilevanza avranno le iniziative di sviluppo. Gli investimenti ammonteranno ad oltre 172 mln € nei comparti ambiente, reti e calore, efficienza energetica e saranno pressoché esclusivamente nelle province dove LGH opera principalmente (Cremona, Lodi, Pavia, Brescia);
• sono circa 30 le iniziative di acquisizione e fusione in fase di valutazione.

L’economia circolare rappresenta il timone che guiderà le iniziative di sviluppo in arco piano, insieme ad un deciso impegno per consentire una sempre maggiore adattabilità delle comunità locali ai cambiamenti climatici in corso, e alle conseguenti evoluzioni dello scenario energetico. Inoltre, particolare enfasi avrà lo sforzo per una sempre maggiore efficacia nei servizi attraverso una gestione più efficiente ed innovativa, anche grazie ad una visione che trova nel digital la propria leva abilitante.

 

Giorgio Bontempi, Presidente di LGH, commenta così il Piano Industriale: “Alla storica vocazione di LGH di essere utility vicina ai territori delle province cremonese, bresciana, lodigiana e pavese e capace quindi di conoscere ed interpretare le esigenze di imprese, enti e comunità locali, affianchiamo oggi con forza una seconda e nuova vocazione perché vogliamo con determinazione valorizzare un’importantissima seconda identità, ovvero quella di essere l’utility green capace di dialogare con ancora maggiore intensità con tutte le realtà locali che vedono e credono nelle soluzioni create dalle nuove tecnologie per rispettare l’ambiente circostante ed i territori.”
L’Amministratore Delegato Claudio Sanna sottolinea: “Ci concentriamo su dei segmenti di crescita che abbiamo individuato grazie al lavoro svolto in questi mesi. Ci poniamo anzitutto l’obbiettivo a breve-medio termine di crescere ulteriormente nel comparto del bioenergy, anche attraverso acquisizioni. Inoltre, è nostra intenzione spingere ulteriormente sull’efficienza energetica per le industrie del territorio: la prospettiva è quella di comunità capaci di rispondere alle sfide energetiche anche dall’interno, con elevata autonomia, per sopperire a fattori imprevedibili, come l’epidemia Covid-19 in corso ci sta purtroppo insegnando. Andiamo verso il 2024 con una visione concreta e capace di creare valore”.

 

Bilancio 2019: 12 milioni ai Soci

L’Assemblea ha approvato il bilancio 2019. Dividendo destinato ai Soci pari a 12 milioni di €, in linea con l’ammontare dell’esercizio precedente, seppur a fronte dell’uscita dal perimetro di consolidamento della società di vendita gas/energia Linea Più (ora in A2A Energia). Significative rimangono infine le performances industriali negli altri ambiti di presenza.

 

Scarica l'infografica


COVID: POLIZZA ASSICURATIVA PER I DIPENDENTI LGH

LGH ha deciso di attivare strumenti di protezione economica e di copertura assicurativa per i dipendenti in caso di contagio da Covid-19. In aggiunta alle misure già in atto per tutelare i lavoratori in un contesto eccezionale come quello attuale, LGH, in coerenza con quanto già promosso dalla capogruppo A2A, mette a disposizione un sussidio per sostenere i lavoratori per i giorni di ricovero presso il Servizio Sanitario Nazionale - anche post terapia intensiva - e coperture economiche e benefit per la famiglia. Sarà inoltre possibile cedere il sussidio ai familiari fiscalmente a carico. In aggiunta a ciò, anche LGH ha esteso la polizza a tutela dei familiari a carico in caso di decesso del dipendente per tutti i collaboratori che non ne erano titolari.

LGH ha inoltre aperto anche ai propri dipendenti, che possono contribuire volontariamente, la possibilità di donare ore di retribuzione agli ospedali dei territori del Sud Lombardia, affiancando così le donazioni effettuate nei giorni scorsi da LGH e dai soci AEM Cremona, SCS  Crema, Astem Lodi e ASM Pavia alla strutture ospedaliere delle rispettive realtà territoriali.

Sin dai primi giorni dell’emergenza, si è infine ampliato notevolmente il perimetro dei dipendenti coinvolti nel lavoro da remoto: sono ad oggi 210 i lavoratori interessati..


LGH SOSTIENE GLI OSPEDALI DEL TERRITORIO

LGH sostiene lo straordinario sforzo messo in campo in queste settimane dalle strutture sanitarie impegnate in prima linea nel contrasto al coronavirus nei territori del cremonese, del lodigiano, a Pavia e in Franciacorta. LGH contribuirà con una donazione di complessivi 150.000 euro, a cui si aggiungono i contributi, pari a ulteriori 80.000 euro, devoluti da AEM Cremona, ASM Pavia, ASTEM Lodi e SCS Crema, soci di LGH.

Per conoscere le realtà che LGH andrà a sostenere e per scaricare le indicazioni per contribuire con una donazione al loro prezioso operato, leggi qui. 

 

 


NOMINATI I CDA DELLE SOCIETÀ OPERATIVE DI LGH

Sono stati nominati i nuovi Consigli di Amministrazione delle società di Linea Group Holding (Gruppo A2A) per il triennio 2020-2022.

I Consigli di amministrazione sono così composti:

  • Linea Ambiente - Presidente: Pierluigi Toscani; Consiglieri: Maddalena Benedetti, Lorenzo Zaniboni.
  • Linea Gestioni - Presidente: Cristina Carminati; Consiglieri Pietro Bonaldi, Marcello Milani.
  • Linea Green - Presidente: Michelangelo Gaggia; Consiglieri: Marcello Parenti, Lorenzo Spadoni.
  • LD Reti - Presidente: Emanuele Marchesi; Consiglieri: Marco Levi, Francesco Gerli, Daniela Martinazzi, Simone Ciaramella.

LGH CONSOLIDA IL PROPRIO IMPEGNO NEL BIOENERGY

Linea Group Holding Spa ha sottoscritto oggi l’accordo per l’acquisizione dell’impianto di generazione alimentato a biomassa 'Agritre'. Leggere di più