L’IMPIANTO

Caratteristiche dell’impianto a biomasse

L’impianto Agritre a biomasse di Sant’Agata di Puglia (Fg) è alimentato esclusivamente da biomassa solida di origine vegetale vergine, cioè non trattata chimicamente, rappresentata prevalentemente da paglia di cereali, principale sottoprodotto agricolo disponibile in provincia di Foggia, oltre che da potature arboree e altri residui agroforestali.

L’impianto ha una potenza elettrica di 25,2 MW ed una produzione di 184.000 MWh annui di energia elettrica, in grado di colmare il fabbisogno energetico di oltre 46.000 famiglie, inducendo benefici all’ambiente e all’economia locale.

L’impianto a biomassa rappresenta un’importante occasione di sviluppo per il territorio, sia per la creazione di posti di lavoro diretti e indiretti, sia perché fornisce un contributo concreto alla definizione di una filiera territoriale per la raccolta, distribuzione e valorizzazione delle biomasse agricole, ampiamente presenti nel territorio della Capitanata e ad oggi non ancora adeguatamente impiegate.

Il suo funzionamento

L’impianto a biomasse di Sant’Agata di Puglia utilizza le migliori tecnologie esistenti per minimizzare le emissioni in atmosfera, rispettando ampiamente i limiti di legge.

Il trasporto della biomassa

La biomassa stoccata presso il magazzino coperto e la vasca a piedini viene trasportata meccanicamente in caldaia per il successivo processo di combustione.

La trasformazione in vapore

Il calore ottenuto dalla combustione è trasformato in vapore ad alta pressione ed alta temperatura che è inviato ad una turbina. A questa è accoppiato un alternatore per la generazione di energia elettrica da immettere nella rete di distribuzione.

La trasformazione in acqua

A valle della turbina il vapore condensa a bassa pressione per essere trasformato in acqua e rinviato alla caldaia per ricominciare il ciclo. Il sistema di produzione “acqua – vapore – energia” è pertanto un sistema a ciclo chiuso che consente di riutilizzare la stessa acqua, minimizzando i consumi idrici.

Emissioni minimizzate

Le caratteristiche del combustibile utilizzato, la metodologia di combustione impiegata, unitamente ad un efficiente sistema di trattamento dei fumi prodotti dalla combustione, minimizzano le emissioni in atmosfera.

Contatti

Impianto a Biomasse Agritre
S.P. 119 km 8+400
Contrada Viticone
71028 Sant’Agata di Puglia (FG)
Telefono: 0881-1813020
Email:  info@agritre-energia.it

Vantaggi ambientali

  • L’impiego di biomasse residue di origine agro-forestale a fini energetici non incrementa la quantità globale di anidride carbonica presente nell’atmosfera. Il processo di combustione delle biomasse libera tanta CO2 quanta le piante ne assorbono nell’intero corso della loro vita. Il bilancio della CO2 viene pertanto considerato nullo (la combustione della paglia avviene senza contribuire all’effetto serra).
  • L’utilizzo di biomassa residua di origine agro-forestale a fini energetici evita la combustione all’aperto e incontrollata dei residui colturali.
  • L’impiego di biomassa residua di origine agro-forestale per la produzione di energia, consente un effettivo risparmio di combustibile fossile.
  • La biomassa residua, in quanto materiale di risulta, non necessita di alcuna lavorazione ulteriore del terreno, con conseguente risparmio energetico e di anidride carbonica.

Vantaggi economici

  • L’uso di biomassa a fini energetici consente di diversificare l’offerta energetica contribuendo alla riduzione dell’energia importata.

Vantaggi economici per il territorio

  • Tra le fonti di energia rinnovabile, le biomasse di origine agroforestale rappresentano una risorsa ad alto potenziale energetico soprattutto per regioni come la Puglia ad alta vocazione rurale.
  • Le biomasse sono l’unica fonte rinnovabile non disponibile gratuitamente, per questo il loro utilizzo a fini energetici determina ricadute economiche e occupazionali sul territorio.
  • La realizzazione e l’esercizio di un impianto a biomassa crea indotto e occupazione stabile diretta sul territorio.
  • L’alimentazione costante dell’impianto, genera un indotto legato alla produzione, raccolta e trasporto delle biomasse, durante tutta la vita di funzionamento dell’impianto.
  • La produzione e la raccolta di biomassa a fini energetici consentono una valorizzazione economica dei sottoprodotti e dei residui organici.
  • L’impiego di biomasse a fini energetici determina una riconversione, diversificazione e integrazione delle fonti di reddito nel settore agricolo.
  • L’impianto si configura come un’opportunità per gli operatori del settore, dalla produzione al trasporto, di stabilizzare le proprie entrate poiché non legate agli andamenti di mercato ma alla stabilità di contratti pluriennali.

Media

L’Area Relazioni Esterne e Comunicazione è a disposizione per organizzare interviste, fornire informazioni, aggiornamenti e chiarimenti sulle attività dell’impianto: clicca qui

Energia elettrica e termica dalla risorsa agricola simbolo della Capitanata“: guarda il servizio televisivo del TGR Puglia dedicato all’impianto di Sant’Agata