OBIETTIVO

Mantenere vitali le condizioni di funzionalità e la qualità
degli ecosistemi interessati dai prelievi di acqua
delle centrali idroelettriche tramite il monitoraggio continuo

PROGETTO REALIZZATO
 

Regione Lombardia prevede l’obbligo di installare sistemi per la misurazione e il monitoraggio telematico del deflusso minimo vitale (DMV) (D.g.r. 3 luglio 2015 n.X/3783). La norma richiede l’invio del valore di portata rilasciata e dello stato della derivazione a un apposito sito di ARPA Lombardia con una periodicità di 10 minuti.

Nel caso in cui il valore di DMV rilasciato dovesse risultare inferiore a quello prescritto, ARPA invia al concessionario una segnalazione di allarme chiedendo di fornire una motivazione per la diminuzione del valore di rilascio. Il concessionario deve subito attivarsi dettagliando le cause e riportando il rilascio al valore corretto entro una tempistica ristretta; in caso contrario deve interrompere la derivazione e fermare l’impianto.

Gli impianti di Darfo, Mazzunno e Resio di Linea Green sono dotati di computer di telecontrollo che monitorano anche i dati relativi al DMV. Si è quindi scelto di collegare ad ognuno dei pc di telecontrollo un apposito apparato di acquisizione e trasmissione dati. Questi dispositivi sono in grado di memorizzare i dati in modo che, in caso di mancata trasmissione per eventuali guasti, possano essere inoltrati in un secondo momento.  Sempre per evitare la perdita di dati, presso ognuno dei 3 punti di rilascio del DMV è installato un pannello operatore che consente di visualizzare e memorizzare le informazioni.

La realizzazione del monitoraggio telematico richiede un notevole sforzo sia tecnico che economico, infatti per mantenere costante il valore del rilascio è necessario modulare le paratoie di derivazione o di scarico in funzione del livello dell’acqua.

Grazie al monitoraggio telematico del DMV sia l’azienda che ARPA hanno continuamente sotto controllo tutti i punti di rilascio, un grande passo in avanti a favore della costante presenza di acqua nei corsi d’acqua interessati dalle centrali idroelettriche.

Nella foto: Quadretto elettrico con antenna e apparato di acquisizione e trasmissione dati

Cos’è il Deflusso Minimo Vitale (DMV)?

Il deflusso minimo vitale (DMV) consiste nel rilascio di acqua a valle delle captazioni idriche, necessario a mantenere vitali le condizioni di funzionalità e la qualità degli ecosistemi interessati dai prelievi. 

DOVE
Impianti idroelettrici di Darfo, di Mazzunno e Resio

QUANDO
settembre – ottobre 2018

SOCIETÀ DEL GRUPPO COINVOLTE
Linea Green